lunedì 31 luglio 2006

Cima Viola, "Viola bacia tutti" - prima ascensione

Primo atto nel 2004, con Popi Miotti e Christian Gianatti. Tracciare la via centrale e diretta su questa enorme parete, dove Popi ne era stato il primo salitore nel 1977 (via del "Ritorno alle origini").
Siamo ad ottobre e dopo il lungo avvicinamento saliamo nel pomeriggio 3 tiri di corda, poi bivacchiamo alla base e la pioggerella notturna ci fa cambiare idea per il giorno dopo... si torna a valle.

Due anni più tardi torniamo ancora qui, non prima di aver avvisato al telefono Popi che senza problemi ci lascia andare senza di lui.
Con il local grosino Giuliano Bordoni e Rossano Libera attacchiamo più a sinistra rispetto al precedente tentativo ed in 2 giorni di scalata, bivaccando a due terzi di parete, saliamo in arrampicata libera seguendo tutte le linee logiche del muro roccioso. Ne esce una bellissima via di stampo alpinistico, senza spit e senza forzature.

La parete ancora in lontananza
2004: a Popi l'onore di ritoccare per primo la parete a distanza di 30 anni

2004: umido bivacco prima di tornare a valle
2006: al local Giuliano Bordoni l'onore di iniziare la nostra via
Rossano su uno dei tiri più belli, primo terzo di via
Nel dedalo di tetti
Il terzo di cordata con il pesante saccone
Giuliano entra nel camino a metà parete
Rossano incastra anche il saccone
Il primo difficile tiro sopra la cengia
Rossano e Giuliano sulla cengia dove bivaccheremo e
dove ci prenderemo un inquietante temporale notturno

Secondo giorno, un altro bellissimo tiro "alpinistico"
Il traverso verso sinistra per prendere la linea di fessure
La "mano"
Stupenda placca del penultimo tiro, stile Monte Bianco
Ultimo tiro


Nessun commento:

Posta un commento