domenica 23 settembre 2007

Torrone Occidentale, "La Esse", via nuova

Il Bandito, spesso residente per lungo periodo al Bivacco Manzi, fu il primo a vederla: una esse di fessure, visibile solo in condizioni fisiche alterate (da alcool o fumo).

Quando riuscii a vederla anche io, me ne innamorai subito, una linea logica su una parete praticamente mai salita, c'era solo una via sconosciuta all'estrema sinistra lungo un enorme lama (ripresa in anni recenti dalla via "Voglia di Foglia").

Iniziamo la via a fine maggio, appena la neve si è un po' ritirata, con Ricky (Sala), Maio (Marco Majori) e Manuel (Emanuel Panizza). Due giorni per 7 tiri conclusi da Maio con una placca sprotetta un po' troppo fuori dalla "esse", con me appena ritirato alla base dopo un volo a testa in giù nella non difficile quinta lunghezza.

Torno a fine stagione per finirla con Davide Spini e in giornata riusciamo ad uscire in cresta con l'ultima diagonale della "esse".
Una via alpinistica, solo tre spit messi a mano in tre soste ed il resto tutta da proteggere.

All'inizio della Esse

venerdì 21 settembre 2007

Val di Zocca, vie nuove per CAI Milano

Come per i rifugi Gianetti e Ponti, anche in Val di Zocca ho l'incarico dal CAI Milano (proprietario dei 3 rifugi) per tracciare qualche via abbordabile e ben chiodata nei dintorni del rifugio Allievi-Bonacossa.
Un "lavoro" che avevamo sostanzialmente già fatto 10 anni prima ma che questa volta è diventato ufficiale, leggi retribuito.


mercoledì 12 settembre 2007

Rifugio Ponti, vie nuove per CAI Milano

Anche per il Rifugio Ponti ho l'incarico del CAI Milano per tracciare nuove vie vicino al rifugio.
Una ricerca più difficile che alla Gianetti e all'Allievi, perchè la roccia bella qui è da cercare bene.
La troviamo, e molto bella, su una parete di 100 metri della Remoluzza e in una bellissima fascia ad un quarto d'ora dal rifugio.