venerdì 21 settembre 2007

Val di Zocca, vie nuove per CAI Milano

Come per i rifugi Gianetti e Ponti, anche in Val di Zocca ho l'incarico dal CAI Milano (proprietario dei 3 rifugi) per tracciare qualche via abbordabile e ben chiodata nei dintorni del rifugio Allievi-Bonacossa.
Un "lavoro" che avevamo sostanzialmente già fatto 10 anni prima ma che questa volta è diventato ufficiale, leggi retribuito.




La relazione che ho inviato al CAI Milano dopo i lavori:

Nell’area del Rifugio Allievi-Bonacossa in Val di Zocca la ricerca di nuove aree nei pressi del rifugio è stata inizialmente più difficoltosa che in Val Porcellizzo. Questa zona infatti era già stata ampiamente sfruttata negli ultimi 10 anni, periodo in cui erano nate sia la palestra di roccia dietro al rifugio (Palestra Kima) sia una decina di vie di media lunghezza attrezzate modernamente. Così la scelta è caduta inizialmente proprio per una sistemazione della Palestra Kima con la richiodatura degli itinerari più frequentati. Per le vie del settore destro, le più datate, tutti i vecchi chiodi ad espansione sono stati rimossi e sostituiti con moderni e duraturi spit fix inox da 10 mm e maglie rapide per i punti di sosta.
Con un’altra sessione di lavoro durata 3 giorni, sui contrafforti basali della Cima di Zocca, sono state successivamente aperte 3 vie (“Formaio”, “Frauenliebling” e “Big Hunter”) lunghe dai 2 ai 4 tiri di corda con difficoltà crescenti dal 5c al 6c.
Come “fuori programma” del lavoro di apertura e chiodatura, una giornata è stata impiegata anche per tracciare un nuovo tiro spittato e completare così fino ad una piccola vetta la linea di “Lady D”, forse la via più bella e ripetuta tra le moderne della Val di Zocca.
La ricerca infine di una nuova “via di riferimento” da aprire in chiave moderna ci ha portato sulla parete Sudest della Punta Allievi, a mezz’ora dal rifugio, dove in 4 giorni non consecutivi di apertura dal basso è stata creata una delle più belle ed accessibili vie di questo genere. “Il Fortissimo”, dedicata a Giusto Gervasutti, è sicuramente destinata a diventare una classica della zona per via della sua bellezza, della varietà della scalata e dell’ottima attrezzatura.

Giovanna sui tiri appena richiodati della Palestra Kima
Abitanti sul Rombo di Zocca


Spinazza ripete il terzo tiro di "Big Hunter", 6c
Pulizia in doppia su "Big Hunter"
Laura e Paolo ripetono "Frauenliebling"
Slackline al rifugio
Sulle placche basali di "Lady D"
Aprendo il nuovo tiro aggiunto in cima a "Lady D", con Chiara e Giovanna


Punta Allievi, "Il Fortissimo", primo tiro
Durante la prima salita de "Il Fortissimo"
In cima a "Il Fortissimo"
2008: ripetizioni a iosa su "Il Fortissimo"
Gloria Gelmi su "Il Fortissimo"

Nessun commento:

Posta un commento