sabato 16 aprile 2011

Painale, parete Nord, terzo tentativo


Dopo aver atteso il ritorno del freddo, con Popi Miotti siamo all'appuntamento ormai classico con la mai salita Nord del Pizzo Painale (3246 m, gruppo dello Scalino). La tentammo insieme già due volte negli anni passati, ma per vari problemi non avevamo mai raggiunto neanche l'attacco...


Nel primo approccio, con avvicinamento dalla Val Fontana dormendo al Rifugio Cederna, desistemmo al Passo del Forame una volta visto il carico di neve che ricopriva la parete (la prima foto qui sotto).

Nel marzo 2009 cambiammo avvicinamento salendo al Rifugio De Dosso in alta Val di Togno ed in quel caso il problema fu di tipo logistico: il deposito di legna del rifugio risultò introvabile sotto 3 metri di neve., non avevamo chiaramente portato il fornello e quindi cenammo solo con la bottiglia di vino che Popi aveva nello zaino fin su al rifugio. Scendemmo la mattina confortati dal fatto che comunque si era messo a nevicare.

Quest'anno ripartiamo ancora per il Rifugio De Dosso, camminando rapidi e senza mettere le ciaspole (2 ore e mezza dall'auto lasciata al Rifugio Val di Togno); tutto ok per la legna, cibo a volontà e al mattino ci avviamo verso la parete. Due ore di avvicinamento e troviamo la nostra linea ideale in una goulotte ghiacciata che porterebbe sui pendii sotto la direttiva della vetta. Però stamattina Popi non sta bene, forse il freddo e forse la mangiata di ieri sera al rifugio. Mentre lo aspetto all'attacco per decidere che fare, due lunghe slavine di neve polverosa a distanza di 5 minuti mi "sotterrano" all'inizio della goulotte, facendomi perdere anche un guanto. In effetti nella notte aveva nevischiato ancora ma manco ce n'eravamo accorti... A questo punto dico a Popi di non raggiungermi e torno da lui nel vallone sotto la parete, decretando fine a questo terzo tentativo al Painale. 
Alla prossima.

La Nord del Painale vista dal Passo del Forame,
con indicate le vecchie idee di dove attaccare
2009: Popi prima di scendere dal Rifugio De Dosso
dopo una mancata cena e una fredda notte, in più nevischia
2011: verso l'attacco della parete, foto verso a quella di Anna
2011: ennesimo ritorno dalla parete,
su in alto il Pizzo Scalino versante Val di Togno

 Imbiancato dalla doccia del doppio spindrift, Painale au revoir!

Nessun commento:

Posta un commento