martedì 26 aprile 2011

Chiareggio, Parete dei fili, richiodatura

Con Michele Comi terminiamo la prima parte del lavoro per la sistemazione delle aree di arrampicata e bouldering intorno a Chiareggio, in alta Valmalenco. La paretina più accessibile (è sulla strada) e con diverse vie facili e medie è quella "dei fili", chiamata così per il filo del telefono attaccata ad essa ma che comunque non disturba l'arrampicata. Su di essa erano presenti varie viette della fine anni settanta salite dai Sassisti di Sondrio (Guido e Jacopo Merizzi, Paolo Masa e Giuseppe Miotti) ed alcune linee più moderne chiodate con spit.
Interamente ripulita e richiodata, presenta ora 8 tiri attrezzati a nuovo, 1 tiro storico lasciato così (chiodi a pressione) ed un tiro in fessura lasciato da attrezzare con nuts e friends.

Il diedro centrale
Le prime vie nel disegno di "Strutture di Valtellina" (G.Miotti, L.Mottarella 1981)

Nessun commento:

Posta un commento