sabato 1 gennaio 2011

Cascate di ghiaccio, prime salite in Valmasino

La Valmasino non è un spot a 3 stelle per l'arrampicata su ghiaccio, però la sua fama estiva se la trascina anche nel periodo delle cascate, quando vengono prese d'assalto le più classiche ("Durango" e "Merdarola" in primis, sognando quando fa molto freddo la Cascata del Ferro).  Per la bassa quota il periodo migliore è comunque breve e limitato  rispetto ad altri luoghi (dicembre-febbraio per le classiche di fondovalle, fino a fine marzo per le belle e tecniche cascate di Pioda).

Nel fotodiario, alcune salite scovate e aperte in queste valli, qualcuna diventata classica negli ultimi anni ("Overcouloir", "Supermerdarola", "Couloir del Lobbia"), altre ancora da scoprire per i ripetitori che hanno voglia di camminare un po'.

1991, annata magica per i ghiacciatori;
Luciano Barbieri inizia l'"Overcouloir" al Monte Piezza,
prima salita con lui e Popi Miotti

"Overcouloir", quello che fu il passaggio chiave durante la prima salita
Cristian Gianatti in doppia, Popi all'interno
durante il primo tentativo a "Supermerdarola"
1991 - "Supermerdarola", prima salita,
la placca-camino iniziale
1993 - Il primo masso incastrato per accedere al
Gran Couloir del Lobbia, lunga salita su neve e ghiaccio
Tentativo di prima salita del "Pisarot" ai Bagni Masino,
assicurato da Luca Biagini e Valentina Casellato che riusciranno
pochi giorni dopo aspettando un periodo di "ingrossamento"
Luciano Canneva sale per primo "La bava di Lucci",
Cascate di Sceroia in Val Porcellizzo
Con Ezio Marlier e Patrick Gabarrou alla quinta ora di cammino
verso le ancora inscalate cascate di Zocca
Val da Pigota, "Olympus", in cima alla valletta tra il campeggio e San Martino;
Valentina Casellato esce dal candelone di "Big", Alpe Pioda
Con Mario Sertori alle solari cascate del Ferro (terzo ripiano, sopra l'alpe),
in secondo piano la linea del "Canalino"
Alpe Pioda, la struttura di "El Stech" (ramo sinistro)
e "Samurai" (che non tocca)
1998 - Claudio Inselvini apre "El Stech", Alpe Pioda
Nicolino Bruseghini su "Re-mix", aperta nel 1998
in alto sopra il parcheggio della Val di Mello,
qui all'uscita della divertente gola finale
(foto di Anna Ceruti, durante una ripetizione)

Giovanni Ongaro sul terzo tiro del muro a sinistra
della Cascata Romilla, prima salita (2010)


Le cascate della cucina, finalmente salite nel gennaio 2011

Nessun commento:

Posta un commento