domenica 2 giugno 2002

Costiera del Fellaria, Bernina

A meno di un'ora dal Rifugio Bignami sopra il Lago di Gera, la Costiera del Fellaria è un insieme di pilastri rossastri solcati da fessure e diedri, su roccia più rotta rispetto al serpentino che si trova più in basso a Campo Moro. Visitata per la prima volta da Michele Comi (all'epoca gestore del Rifugio Bignami) e Ilario Pedrolini nel 1987 con la via "Vai Rouge", successivamente rivista con alcuni itinerari che tracciai nel corso degli anni: "Winter Line" (aperta in inverno con Adriano Marini, febbraio 1992), "Libertà della mente", nel luglio 1992 con Michele Comi ed infine una via salita con cliente (Alberto Magnani) sulle pareti centrali nel 2002, dedicata alle "Nate in Giugno".

La Costiera del Fellaria
Su "Winter Line", prima salita
Sul tiro difficile di "Winter Line"
Michele Comi apre "Libertà della mente"
Lo strapiombo più difficile su "Libertà della mente" (VII+)

Alberto Magnani in cima alla costiera, dopo la prima salita di "Nate in giugno"

Nessun commento:

Posta un commento