Pagine

martedì 31 gennaio 2012

Cerro Torre pulito?

A me sembra più sporco di prima.
Ad una provocazione di 40 anni fa - perché quella di Maestri è stata anche una provocazione - si è risposto con la presunzione e l'arroganza. Non voglio pensare che l'atto di schiodare la via "Maestri" diventi un messaggio etico per il futuro dell'attività, perché sennò, ad ogni passaggio di generazione e di mezzi la storia dell'alpinismo continuerebbe a ripartire daccapo.
In questo caso inoltre chiamare la salita "by fair means" per me è ridicolo quando sono stati usati gli stessi mezzi per l'"assassinio dell'impossibile". Quindi se vuoi fare il puro non parti ancora con il perforatore nello zaino come ha fatto chi ha tracciato le varianti alla via (ad esempio lo stesso Kruk nel precedente tentativo del 2011) … e purezza per purezza, ora mi chiedo il valore storico che hanno tutte le vie aperte a fianco che si sono connesse alla via Maestri per raggiungere la cima del Torre, guardacaso vie aperte da alpinisti che oggi applaudono il gesto vandalico di Kennedy e Kruk.


"I talebani del Cerro Torre" di Stefano Lovison - Alpine Sketches

1 commento:

  1. stefano righetti3 febbraio 2012 22:06

    Penso anch'io che sia stata una porcata. Bisogna sempre rispettare le salite fatte in precedenza tenendo conto dei mezzi con le quali sono state fatte...e in ogni caso non si può cancellare la storia.

    Stefano Righetti

    RispondiElimina